Blog

Mercoledì, 10 Giugno 2015 00:00

Affinity designer, un degno rivale di Illustrator

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il suo nome è Affinity Designer ed negli stati uniti sta scalando le classifiche dei software più venduti nell App Store Apple.
In Italia è solo al decimo posto (solo per modo di dire) ma sta pian piano conquistando fiducia tra gli utenti professionali e non.
Prodotto dalla software House Serif Affinity Designer si pone come valida alternatica ai più blasonati software di disegno vettoriale su piattaforma OSX, ad un prezzo altamente concorrenziale di 39,99 € offre funzionalità avanzate nella gestione dei vettori e di modalità artistiche che lo rendono un reale concorrente di Illustrator (e su alcune funzioni anche migliore).
L'applicazione supporta Curve di bezier, importazione di file .PSD ed importazione/esportazione di file .PDF anche in modalità quadricomia, gestione colore a 16bit, macherature, gestione livelli con opacità, possibilità di zoom fino all'800% e molte altre funzioni che non faranno rimpiangere ai professionisti del settore software come Illustrator, FreeHand o Corel Draw.
La software house è ovviamente molto contenta del successo che sta avendo il loro prodotto e sono già al lavoro su Affinity Photo, dedicato al fotoritocco e su Affinity Publisher dedicato al Desktop Publishing professionale. Insomma se il buongiorno si vede dal mattino ne vedremo sicuramente delle belle e chissà se non ci sarà un porting su piattaforma Windows e perchè no, anche su piattaforma Linux.
A questo link potrete visionare tutte le caratteristiche del software e vi lasciamo con un video che ne spiega le funzionalità.


 

Video

Letto 1921 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Giugno 2015 12:42
Back To Top

Graphic Addicted utilizza cookies di terze parti per offire funzionalità superiorI e per migliorare la sua esperienza sul nostro sito.
Continuando la navigazione si considera accettato il loro utilizzo.
Per maggiori informazioni su come vengono utilizzati i cookies su questo sito può leggere qui l'informativa estesa.