Blog

Domenica, 16 Agosto 2015 00:00

Affinity Photo. Ciao ciao Photoshop?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

In tanti ci hanno provato, ma Affinity Photo sembra essere il prodotto più convincente in grado di contrastare, almeno in parte, la supremazia del blasonato e diffusissimo photoshop. Nell'anno dei 25 anni Photoshop sembra avere un deciso e agguerrito concorrente che già sta dando molto filo da torcere con il suo progetto antagonista di Adobe Illustrator, ovvero Affinity Designer. 

 

Da Gimp a Corel, da fireworks a krita, molti ci hanno provato e ci provano ancora, ma lo scettro non è mai stato veramente tolto dalle mani dell'Adobe. Affinity Photo riesce inizialmente in questo intento, cercando di acquisire una fetta di mercato consistente anche grazie alle positive recensioni e premi conquistati con Affinity Designer.

Il progetto non è recente, si parla del 2013. Due anni intensi di beta sono serviti a migliorare e a stabilizzare lo stesso che ora trova spazio nella sua versione definitiva all'interno dell'Apple store al costo di soli 49,99 euro.

Ma che potenzialità ha Affinity Photo?

Beh, il prezzo è uno dei primi. Sapete quanto costa una licenza di Photoshop? no? Beh, fatevi un giro sul sito dell'Adobe e la comparazione sarà semplice e a favore di Affinity Photo senza l'uso di una calcolatrice. Una licenza vi permette di installare in modo perpetuo il software sulla propria macchina (senza abbonamento quindi). Chi apre una nuova attività potrebbe essere fortemente attratto da un software che sostanzialmente svolge le principali funzioni professionali e consumer svolte da Adobe Photoshop.

 

 

 

Secondo aspetto è il peso sul vostro Mac. E' di gran lunga inferiore ad Adobe Photoshop, visto che occupa all'incirca 600 Mb 

Terzo aspetto è quello di avere un interfaccia molto simile a quella che già conoscete, lavorando su una qualsiasi versione di Adobe Photoshop recente... quindi sarà facile riorientarvi tra i comandi. Anzi, l'interfaccia si apre in 4 aree di lavoro facilmente richiamabili tramite delle icone dedicate:

  • Photo (fotoritocco)
  • Developer (per preparare i file partendo dai raw)
  • liquify (per manipolare fisicamente i pixel)
  • Export (per gestire l'esportazione)

Sono tante le similitudini con Adobe Photoshop, questo è chiaro, così come i punti di forza e i punti di debolezza rispetto ad esso. 

Tra i punti di forza troviamo ad esempio una gestione automatizzata dei nomi con suffissi, importantissimi per chi sviluppa siti e applicazioni web based. 

Vi lasciamo al video che sintetizza molto bene le potenzialità del programma.

 

Affinity Photo from MacAffinity on Vimeo.

Video

Letto 2414 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Agosto 2015 20:13
Back To Top

Graphic Addicted utilizza cookies di terze parti per offire funzionalità superiorI e per migliorare la sua esperienza sul nostro sito.
Continuando la navigazione si considera accettato il loro utilizzo.
Per maggiori informazioni su come vengono utilizzati i cookies su questo sito può leggere qui l'informativa estesa.